THEATRE DU SURSAUT (Belgio)

theatre-du-sursaut THEATRE DU SURSAUT (Belgio) 

Thèâtre du Sursaut nasce nel 2005 da attori provenienti dall’l’Ecole Internationale de Théâtre LASSAAD che segue il metodo Lecoq. Nello stesso anno riceve il Premio del Pubblico nel festival Mim’off  di  Périgueux.Nel 2006 grazie alla collaborazione tra il Rose Garden, la Comunità Francese del Belgio, la CGR, The Life & Art Tours e Racont’Art viene prodotto lo spettacolo Post-scriptum che nel 2007 riceve il primo premio al Festival Europeo delle marionette di Gent. Spettacolo attualmente in circuitazione,  che conta più di 250 repliche e un grande successo di pubblico e di critica  L’impostazione teatrale della compagnia è di tipo visivo. Il corpo e il suo utlizzo, la gestualità e l’immagine sono i pilastri delle sue produzioni. Creano maschere, marionette e oggetti, guidati da una visione dell’universo irrealistica. Le situazioni suggestive e i molteplici linguaggi visivi sono stimolati e suggeriti dalla lettura dell’essere umano attraverso i suoi bisogni, i suoi stati d’animo, la sua goffaggine, i suoi entusiasmi e i suoi fallimenti. Le produzioni del Thèâtre du Sursaut sono caratterizzate dalla presenza di un umorismo assurdo, insolito, poetico e spesso venato di eccesso di crudeltà. Tra tradizioni folkloristiche e ricerche innovative propone un teatro che riunisce un pubblico di tutte le età.  

POST-SCRIPTUM

Sab. 12 giugno – ore 21,30
GOVONE – piazza Vittorio Emanuele 

Dom. 13 giugno – ore 21,30
ANTIGNANO – piazza F. Binello

Spettacolo di pupazzi, figure, maschere e clown 

Il motore di questo spettacolo, una versione atipica di Cappuccetto Rosso è il desiderio di esplorare l’assurdo, punto di partenza della storia che ci permette di fantasticare. L’attenzione è dedicata completamente alla seduzione del pubblico. Lo spettatore è infatti colpito dai numerosi effetti a sorpresa, viene completamente coinvolto dalla visione del mondo di Lorgnette, protagonista sarcastica e provocante che affronta le sue avventure con molta ingenuità. La protagonista  Lorgnette, eccessiva e spontanea, racconta quasi senza parole al pubblico il suo universo e fa scoprire un’altra faccia del meraviglioso mondo delle figure, una logica atipica che si scopre poco a poco. Spettacolo interattivo si rivela pieno di energia e di sorprese per la grande gioia di grandi e piccini; una fiaba contemporanea a volte assurda e a volte crudele.  SPETTACOLO IN ANTEPRIMA NAZIONALE