BAMBABAMBIN (Belluno)

BambabambinPaolo Rech nasce a Valdobbiadene (TV) nel 1970. Si laurea in lingue e letterature straniere all’Università IULM di Feltre, dove fonda l’Associazione Universitaria Teatrale insieme al professor François Bruzzo. Dopo un primo periodo di esperienze e scambi con università italiane e straniere, si trasferisce in Spagna dove esegue ricerche sul teatro dei burattini di Federico Garcia Lorca al Consejo Superior de Investigación Científica di Madrid. In seguito si diploma al corso per operatori di teatro di figura organizzato dalla Cooperativa Arrivano dal Mare! di Cervia, specializzandosi nella costruzione ed animazione di burattini, marionette e pupazzi attraverso stages in Italia, Spagna, Francia e Polonia. Lavora come educatore, poi come insegnante di sostegno nella scuola media. Nel 2004 fonda insieme a Carmen De Riz, l’Associazione Teatrale Bambabambin. Gestisce corsi e laboratori di costruzione ed animazione di figure per bambini ed adulti in varie scuole e biblioteche del Veneto. Propone spettacoli di burattini in festival internazionali, vincendo il primo premio Vetrina Figura Italia al San Giacomo Puppet Festival 2005. Dal 2006 organizza la rassegna di teatro delle figure animate Figuriamoci! in collaborazione con la Comunità Montana Feltrina e l’Assessorato alla Cultura dell’Amministrazione Provinciale di Belluno. Collabora in progetti di solidarietà con Associazioni ed Onlus. Organizza manifestazioni per diffondere il teatro dei burattini all’estero in collaborazione con Ambasciate, Istituti di Cultura e Scuole italiane. 

ARLECCHINATE 

Sab. 6 giugno – ore 21/23

ALBA – Piazza Duomo – Via Cavour  

Burattini a guanto 

Uno spettacolo giocato sui meccanismi più antichi del teatro dei burattini, ma adattato al gusto contemporaneo,Un repertorio di farse provenienti dalla tradizione italiana che vedono come protagonista Arlecchino, accompagnato dagli amici della Commedia dell’Arte, unite in uno spettacolo che accompagna dialoghi divertenti e ritmo incalzante. Arlecchino, che dovrebbe presentare lo spettacolo, al momento decisivo non si trova più, ma il burattinaio lo scopre nascosto tra  i tendaggi del teatrino e lo spinge a fare il suo dovere. Comincia così un’avventura che lo vede coinvolto in una serie  di peripezie per sfuggire agli inganni di Brighella, ai morsi del suo cane, alle cure del dottor Balanzone, al braccio della legge e …alla morte.