Erewhon (Monza)

erewhonL’associazione culturale Erewhon ha gestito dal 2000, suo anno di nascita, grossi progetti culturali e artistici in collaborazione con diversi comuni del milanese, promuovendo interventi che si sono protratti per lunghi periodi e che hanno coinvolto migliaia di ragazzi e di adulti in spettacoli, laboratori, stages, mostre, convegni e corsi di formazione. Lorenza Mismetti, presidente dell’associazione, dopo aver lavorato come insegnante di scuola elementare, si è avvicinata al mondo del teatro ragazzi attraverso corsi e stages di teatro di figura fin dai primi anni ‘80.

Fondatrice, socia e collaboratrice della cooperativa teatrale La Baracca di Monza, ha ideato progetti teatrali ,animativi e di promozione alla lettura, rivolti soprattutto alla fascia dei piccoli e dei piccolissimi. Dal 2000 è socia fondatrice dell’associazione culturale Erewhon, di cui è presidente, dove è responsabile del settore teatro (spettacoli-laboratori- aggiornamento) per la prima infanzia.

Un’onda chiamata Marina

Lo spettacolo Un’onda chiamata Marina e’ rivolto ai bambini delle scuole materne e del primo ciclo delle elementari: tratta della percezione dei colori, partendo dalle teorie di Klee e di Kandinsky.
Lo spettacolo porta i bambini a compiere un divertente viaggio con l’Onda Marina attraverso mondi fatti di colori in rapporto a categorie di sensazioni, sia materiali che spirituali, con l’intento di stimolare i bambini più piccoli ad un’osservazione attenta dei colori della Natura e dell’Arte e alla conoscenza del potenziale espressivo che i colori, i loro abbinamenti, le loro mescole possono dare nell’ambito di fatti reali o di fatti dell’anima.
Marina è un’onda che vive nei freddi mari del nord… il cielo è grigio, con poca luce, Maregrigio non le dà un’attimo di tregua ; Marina è grigia e triste… raramente vede il sole. Per sfuggire a Maregrigio l’onda Marina intraprenderà un avventuroso viaggio in cui incontrerà la balena Molly, il polpo Nuotasvelto e …..tanti, tanti colori!
Lo spettacolo fa parte di un progetto Le scatole d’arte che si propone di raccontare teatralmente alcuni dei più importanti movimenti artistici che hanno caratterizzato il nostro secolo, a partire dal Cubismo per continuare con l’Espressionismo, la Bauhaus e il movimento Dada.
Con Lorenza Mismetti
Testi di Patrizia Arrigoni e Gianluigi Castelli
Scene di Graziano Venturuzzo e Gialuigi Castelli
Regia di Albino Bignamini