Roggero Rizzi e Scala (Varese)

roggeo e rizziLa compagnia è stata fondata nel 1992 da Gabriella Roggero e Giorgio Rizzi: da allora produce spettacoli in cui tutto il materiale è progettato e realizzato dal gruppo: testi, scene, pupazzi, costumi, musiche ecc…

Dal 1994 è inserita nel programma del circuito teatrale per ragazzi della Provincia di Varese – Regione Lombardia – Settore Cultura e Informazione e collabora con il Comune di Milano ed il Centro di Ricerca della Comunità Europea.
Nel 1996/97 progetta, realizza e anima il pupazzo mascotte protagonista della trasmissione televisiva Solletico in onda ogni giorno in diretta su RAI 1.
Partecipa a vari festival ottenendo premi e riconoscimenti, tra i quali il Premio Silvano d’oro ai Bravi Burattinai d’Italia a Silvano d’Orba (Al) nel 2000 e il diploma dell’Università dei Burattini di Cesenatico quali Maestri Burattinai. Nel 2003 vince il festival Il Paese delle Meraviglie di Vallo della Lucania (Sa). La Compagnia organizza laboratori di costruzione ed animazione di burattini rivolti alla scuola dell’obbligo ed è presente nel catalogo E.T.I., Ente Teatrale Italiano.

Sacco vuoto… Sacco pieno…

Pepe e Ciro, due poveri contadini perseguitati da una fame atavica e da una moglie e sorella avida e taccagna, si trovano a dover combattere contro il famigerato Mostro Pizzone. Il malvagio, in cambio di una fantomatica protezione, chiede e pretende parte del loro raccolto. I due poveri amici, grazie alla loro scaltrezza popolana e ad un po’ di incoscienza, riusciranno a smascherare il malvivente e a svelare l’arcano mistero.
Sacco vuoto… Sacco pieno… è uno spettacolo che con un linguaggio adatto ai bambini vuole sensibilizzare i più piccoli al rispetto della legalità contro qualsiasi tipo d‘ingiustizia. Soprusi che spesso iniziano in tenera età con atti di bullismo a danno dei più piccoli e che, con il passare del tempo, degenerano in veri e propri episodi di violenza compiuti da delinquenti senza scrupoli contro i più deboli. I temi trattati sono dunque quelli della prevaricazione, dell’ingiustizia e dell’omertà.
In scena burattini, pupazzi e un attore. I testi, la musica, le scene, i burattini e i pupazzi sono di Elena Gabriella Roggero, Giorgio Rizzi e Roberto Scala.

Biancaluna

La storia, tratta da una fiaba popolare siciliana, narra di Biancaluna, principessa capricciosa e viziata e di Arturo, un simpatico sorcetto che vive nella sua baracca fatta di pentole e vecchi rottami. Biancaluna vuole sposarsi ad ogni costo ma è ostacolata dal padre, il Re, che vede questa sua decisione come un ennesimo capriccio. A complicare il tutto ci si mette il Diavolo, perfido e malvagio, pronto a seminare odio in famiglia. Biancaluna quindi si sposerà, ma chi sarà il fortunato marito?
Uno spettacolo che unisce innovazione e tradizione, dove l’uso di diverse tecniche di animazione (burattini a guanto e marionette bunraku) ed un susseguirsi di colpi di scena arricchiscono la narrazione e ne aumentano la forza evocativa tipica delle fiabe antiche che, con i loro simbolismi, sono un riferimento indispensabile per la crescita di ognuno.
Spettacolo di burattini a guanto e bunraku
Testo, Musica, Scenografia, Burattini, Marionette e Pupazzi di Elena Gabriella Roggero e Giorgio Rizzi