Le Boustrophédon (Francia)

BustrophedonLa compagnia Le Bustrophédon è nata nel 2006 con la creazione dello spettacolo Court-miracles de cirque. Tre dei quattro componenti avevano già ideato insieme gli spettacoli Echantillon gratuit e La Monstreuse Parade con la compagnia Remise à 9. Il regista, Christian Coumin ha co-firmato la messa in scena degli spettacoli di numerose compagnie, tra cui Les Acrostiches, Cie 111, Vent d’Autan, Le petit Travers, Les Pas en Rond e, ultimamente, La Cie Singulière e La Cie a petit Pas.

Il progetto dello spettacolo ha origine da una tournée di 15 giorni di Lucie Boulay con Clown sans Frontières in Palestina, in cui otto componenti dell’équipe hanno rappresentato due spettacoli al giorno per i bambini vittime della guerra israelo-palestinese.
“… Questo viaggio molto speciale in Palestina, a Gerusalemme e nella striscia di Gaza ci ha fatto ripensare agli elementi essenziali, dello spettacolo e della vita… E’ un dovere dell’artista fare da reporter per i suoi contemporanei rispetto alle avventure umane interiori ed esteriori, perché lo spettatore di musica, poesia, danza, di ogni forma d’arte, sarà sempre più coinvolto in ciò che gli viene raccontato che il semplice uditore, lettore o fruitore di informazioni mediatiche. Il messaggio passa da te a me attraverso le nostre viscere comuni…” Lucie Boulay

Court-miracles de cirque

Un campo profughi. Il guardiano, gli infermieri e i feriti hanno in comune il fatto di essere provvisoriamente sopravvissuti alla guerra che continua non lontano… La vita si riorganizza. Si prende nota di chi arriva, si taglia qualche gamba, si dà la caccia ai topi e si improvvisa un’orchestra di fortuna. Perché bisogna vivere e sperare: le marionette e gli uomini si mescolano per parlare, con ironia e umanità, di mostruosità, di eroismo e di vigliaccheria. E di speranza.
Le Boustrophédon utilizza in questo spettacolo una tecnica particolare che inserisce pezzi di pupazzi sui corpi degli attori-manipolatori, dando vita a nuovi personaggi mostruosi e umanissimi, con un effetto straniante e iper-realistico che ci immerge totalmente nelle situazioni più tragiche. Naturalmente in questo mondo frantumato non si può fare a meno dell’ironia, un’ironia feroce e tenera, che genera contrasti e fa emergere contraddizioni, proprio come nella vita…
Lo spettacolo di attori, numeri circensi e marionette é una creazione collettiva. Le marionette sono di Johanna Ehlert. Petule, numero di equilibrismo su filo, creato e interpretato da Lucie Boulay, è stato selezionato per il Festival mondial de cirque de demain 2007 ed ha vinto il premio Coup de Coeur della giuria a Tournai, Belgio, nel 2005..
Court-miracles de cirque è a Burattinarte in prima nazionale per l’Italia.