Teatrino dell’Es (Bologna)

TeatrinodellEsEs: pronome personale tedesco, con il quale si indica la prima fonte psichica impersonale nelle manifestazioni istintive, quindi teatrino dell’inconscio, dei sogni, della fantasia e dei desideri. Il Teatrino dell’Es è stato fondato nel 1982 da Vittorio Zanella, affiancato dall’84 dalla moglie Rita Pasqualini, autrice di numerosi testi per il teatro dei burattini.

Rita Pasqualini e Vittorio Zanella producono spettacoli di burattini, marionette, ombre, pupazzi (30 spettacoli solo dal 1982 al 2004!). Tra gli ultimi allestimenti uno sul tema delle paure, con burattini, pupazzi e teatro in nero, uno sul tema della storia dell’arte, con pupazzi, uno sulla storia del mestiere di burattinaio, marionettista e puparo, in coproduzione con il Teatro Antonin Artaud diretto da Michel Poletti (Svizzera Italiana) e con debutto in prima mondiale il 20 Settembre 2000 al Festival Mondiale Delle Marionette a Charleville Mezieres in Francia.
Possiedono una ricchissima collezione museale di burattini, marionette, pupi, ombre, teatrini giocattolo, materiale scenografico e cartaceo d’antiquariato dal 1500 al 1930. Si tratta di circa 2800 pezzi, circa 33.000 documenti cartacei e oltre 2000 libri sull’argomento in molte lingue del mondo. La mostra è stata esposta in importanti città e paesi storici in Italia e all’Estero anche grazie alla collaborazione degli Istituti dei Beni Culturali Antropologici Italiani.
Da molti anni organizzano rassegne, festival, e stagioni di teatro per i ragazzi sul territorio nazionale, ed hanno ospitato finora oltre 1000 spettacoli e oltre 500 compagnie dall’Italia e dall’estero.

Rashid, Rondinella di Mare

Viaggio fra le Culture del Mondo per la Pace e il Rispetto tra i Popoli.
Salito a curiosare su una nave del porto di Tunisi e vinto dopo un po’ dal sonno, il piccolo africano Rashid si risveglia in navigazione sopra un grande mare, il Mediterraneo. Prima di poter riabbracciare i genitori trascorrerà tre settimane sulla nave di cui è divenuto la mascotte, a contatto con marinai greci, turchi, spagnoli e italiani, udendo narrare storie e, durante gli scali, intrufolando lo sguardo avido in paesi di mare di cui nemmeno avrebbe immaginato l’esistenza. La libertà dello sguardo e la purezza del suo cuore lo condurranno alla saggezza di quella conclusione alla quale talvolta non sanno giungere neppure gli adulti: gli uomini del Mondo sono in tutto differenti per ciò che attiene alle piccole cose, ma irriducibilmente simili nelle poche, essenziali cose che contano: la pace, l’affetto, l’educazione, l’istruzione e il gioco.
L’avventura storia dell’avventura di Rashid è rivolta ai ragazzi, come stimolo ad una riflessione che lascia intravedere quale ricchezza si realizza nelle variazioni etniche e nella diversità umana di usi, costumi e religioni, soprattutto se la diversità degli altri viene osservata con grande rispetto e curiosità.
L’autore dello spettacolo è Medardo Vincenzi, la regia di Vittorio Zanella, le scenografie e le strutture di Andrea Moriani e Marco Paci, i burattini, i pupazzi, gli oggetti e l’animazione di Vittorio Zanella e Rita Pasqualini, l’ organizzazione di Rita Pasqualini.
La produzione é del Teatrino dell’ES e del Teatro Consorziale di Budrio (Bo), in collaborazione con l’Amministrazione Provinciale di Bologna.