TEATRO DEI BURATTINI DI COMO

La compagnia nasce nell’anno 1982, fondata da Dario Tognocchi, insegnante, attore e regista diplomato alla Civica Scuola D’Arte Drammatica del Piccolo Teatro di Milano e da Paola Rovelli, insegnante, scenografa e animatrice dell’infanzia.

comoProprio sulla base delle loro competenze e delle loro esperienze di docenti, Dario Tognocchi e Paola Rovelli hanno dato vita ad un teatro per i ragazzi che si esprime attraverso il linguaggio dei burattini della tradizione lombarda. Uno stile di messa in scena che ha una lunga e nobilissima storia e che fonda i suoi canoni sulla scultura nel legno di ogni personaggio, sulla colorazione manuale dei visi e delle scene, sulla confezione accurata di ogni costume e, non ultimo, sulla recitazione in diretta di ogni voce.
Le trame, appassionanti e divertenti, sono tratte dal patrimonio popolare,dai temi più cari alla letteratura classica di tutti i tempi e inoltre delle leggende della Lombardia e del Ticino; il tutto sapientemente riadattato per la scena dei burattini. Inoltre, coerentemente ai canoni dello stile, ogni spettacolo del Teatro dei Burattini di Como ha per protagonista la tradizionale maschera lariana Tavà: ironico, scanzonato e burlesco interprete della saggezza e dell’arguzia popolare di un tempo ormai trascorso.

La leggenda del Flauto Magico
Uno spettacolo che rende la musica di Mozart visibile agli occhi. Il Flauto Magico di Mozart offre a bambini, ragazzi e adulti l’occasione di immergersi nel meraviglioso mondo della musica e della fiaba; un viaggio fantastico, dove si incontrano draghi, cerchi magici e si superano prove di iniziazione, camminando tra luoghi incantati. Non manca nemmeno il tema eterno dell’amore e neppure quello delle difficoltà che il tortuoso sentiero della vita riserva agli esseri umani che desiderino conoscere il vero amore.
Dunque materia ribollente di energia per una forma di teatro, come sono i burattini, dove tutti i luoghi possono essere credibili e reali e dove tutti i personaggi, qualsiasi la loro dimensione fantastica, divengono all’occhio dello spettatore, creature viventi. Grazie all’avvincente dipanarsi della storia, all’immediatezza della musica, alla simpatia dei personaggi, nonché al tipo di burattini utilizzati (di legno, finemente scolpiti e costumati), rappresentazione è adatta ad una larghissima fascia di età in termini di coinvolgimento, comprensione e divertimento degli spettatori: è adatto infatti a bambini e ragazzi dai 3-4 anni in avanti