Is Mascareddas (Cagliari)

Fondata nel 1980, Is Mascareddas è una realtà culturale che ha contribuito in modo determinante alla diffusione e alla conoscenza del teatro di figura in Sardegna, tradizione teatrale fino ad allora pressoché sconosciuta nell’isola.

ismascareddasNei suoi spettacoli – rappresentati nei principali festival italiani ed europei di settore, ma anche nelle scuole, all’interno di feste popolari, sagre paesane e fiere – Is Mascareddas ricerca un nuovo linguaggio teatrale sperimentando una sintesi e un dialogo tra la grande tradizione del teatro di burattini e la pratica di una scrittura non convenzionale, sensibile alle urgenze della società attuale.
Nel 1999 Is Mascareddas ha inaugurato la Biblioteca Yorick-Centro di Documentazione Internazionale, il più importante fondo di testi e documenti del teatro di animazione in Sardegna.

Areste Paganos e la farina del diavolo
Uno spettacolo di burattini ispirato alla tradizione popolare italiana. Un momento d’approfondimento, riflessione e confronto con la drammaturgia “burattinesca” la scrittura per il teatro di burattini, questi oggetti con la testa di legno ma che in scena divengono vivi, con un’anima palpitante. E’ proprio la scrittura di Areste Paganos costituisce il punto di partenza, rappresenta il punto attuale della ricerca della Compagnia.
Una storia su più livelli, tre intrecci, tre storie diverse che si intersecano, si confondono, si incrociano per costruire un unico filo narrativo. Ecco allora nello spettacolo la storia d’amore tra Rocco e Rosina, amore contrastato e ostacolato dalla storia d’odio delle loro famiglie, gli Scorpioni Verdi e i Ragni Blu. Ed ad amalgamare tutto le peripezie di Areste Paganos, figlio di Pulcinella e di Belzebù che deve entro tre giorni riportare la pace, pena subire le ire della “signora” che tutto comanda. Un intreccio di continue sorprese e colpi di scena che si dispone tra duelli e strane apparizioni per concludersi infine nel più classico “lieto fine”.
Uno spettacolo che é anche una sfida: diciotto personaggi da interpretare, animare, cui infondere carattere ed espressività. Uno spettacolo pensato con una chiave interpretativa, una scelta registica volta ad evidenziare e valorizzare anzitutto un equilibrio tra gestualità delle diverse situazioni narrative, approfondimento del carattere emotivo dei personaggi e delle situazioni, reso attraverso la valorizzazione della gestualità dei personaggi in equilibrio con la parola e il testo.

Serralunga area del castello sabato 18 giugno ore 21,30

Areste Paganos e i giganti
Areste Paganos e i giganti è il secondo capitolo del progetto di Is Mascareddas dedicato a una nuova maschera del teatro di animazione. Protagonista il burattino creato dalla fantasia di Antonio Murru e Donatella Pau per dare alla Sardegna un eroe radicato nella cultura isolana, capace di misurarsi in modo sorprendente con la tradizione italiana dei burattini ma anche con i temi legati alla realtà contemporanea e alla vita popolare sarda, in una cornice di gustoso umorismo e di forte presa visiva, nella quale spiccano i pregevoli burattini e i preziosi oggetti di scena firmati da Donatella Pau.
Cavallo di battaglia del repertorio di Is Mascareddas (insieme al primo episodio della saga, Areste Paganos e la farina del diavolo), lo spettacolo ha all’attivo centinaia di repliche in Italia e all’estero, ed è stato rappresentato in alcuni tra i più prestigiosi festival di teatro di figura.
Il testo di Areste Paganos e i giganti è stato pubblicato dalla casa editrice Condaghes.
Spettacolo selezionato al Festival Internazionale dell’arte della marionetta in Canada (9-19/09/2004)